Emozioni in viaggio

Australia

Quando si pensa all’Australia, quasi tutti hanno subito in mente l’Opera House di Sydney o Uluru, la montagna sacra agli aborigeni che fino a non molto tempo fa era nota come Ayers Rock.

Il Paese, invece, offre un’infinita gamma di esperienze di viaggio che spazia dai paesaggi selvaggi e desolati dell’outback allo spettacolo della Grande Barriera, dall’atmosfera cosmopolita di Sydney ad alcune delle più belle spiagge del mondo.

L’Australia è un paese immenso e se pensate di assistere a uno spettacolo d’opera a Sydney una sera e di incontrare Crocodile Dundee la sera dopo dovete rivedere i vostri piani e le vostre nozioni di geografia.

Assaggiare la dolce carne di canguro o quella saporita di coccodrillo è un’esperienza gastronomica che vi potrebbe capitare in Australia. In questo paese così vasto e incredibile anche la sua cucina ha le sue eccentriche e deliziose caratteristiche. Oltre ai vini sempre più pregiati, prodotti nelle verdi vallate baciate dal sole, le esperienze australiane gourmet spaziano dalla ristorazione stellata di personaggi come David Thompson, allo stile di cucina aborigeno, basato su erbe selvatiche, frutta e piante spontanee del deserto.

La trota australiana e altri pesci freschi e vari e le carni di animali esotici, sono i principali piatti australiani. I dolci in questa terra così rigogliosa abbondano e sono carichi di sapori intensi: biscotti al cocco e zucchero di panna o la mitica Pavlova, soffice e ricca di panna e frutta. Barbecue e birra ghiacciata rappresentano per gli australiani un momento gastronomico cult, quindi, se vi dovesse capitare l’occasione, godetevi quest’esperienza!

Il paradiso dei surfisti

Con oltre 10mila spiagge, l’Australia è il paradiso di surfisti, amanti del relax balneare e romantici in cerca di spettacolari paesaggi. Ad ognuno la sua spiaggia! Quindi ad esempio le ventose e ampie Bells Beach e Byron Bay sono perfette se siete amanti intrepidi delle avventure sulla tavola mentre Bremer Bay e Clarkes Beach sono le mete ideali per chi vuole incontri ravvicinati con delfini e tartarughe.

Lontane e remote lingue di sabbia bagnate da acqua cristallina sono invece l’incantevole Whitehaven Beach e Hyams Beach, la spiaggia più bianca del mondo. Cape Tribulation, avvolta dalla foresta pluviale e Sawyers Beach sono i due paradisi per chi cerca silenzio e pace. Bondi Beach, strepitosa spiaggia di Sidney dove oceano e terra collidono in una mezzaluna smeraldo, è una delle località più amate. Nella top ten dei paradisi fra le onde spiccano le spiagge di Torquoise Bay, infinita e celestiale, Wineglass Bay, lunga insenatura della Tasmania, 75 Miles Beach, con le sue piscine naturali e Cable Beach, con i suoi tramonti cinematografici.

Uluru-Kata Tjuta National Park

Uluru-Kata Tjuta National Park, il parco di terra rossa, di meraviglie geologiche e cieli stellati o incandescenti, il cuore dell’Australia e il luogo sacro dove si erge Ayers Rock: davvero un posto magico che ogni viaggiatore dovrebbe conoscere. La verdissima foresta pluviale del Daintree National Park attende chiunque desideri incontrare da vicino una fauna e una flora uniche al mondo. Le spiagge immacolate dei Great Sandy National Park e le incredibili pozze d’acqua limpida, gli alberi e gli animali del Kakaku National Park, vi lasceranno a bocca aperta.

Oltre ai numerosi parchi, l’Australia è un continente dagli scenari incredibili: dalla baia di Shark Bay e Monkey Mia alla scenografica Great Ocean Road, che si snoda fra fari e scogliere isolate. Impossibile non citare di nuovo la Grande Barriera Corallina, un regno sottomarino di una bellezza indicibile.

Sidney

Lo skyline di Sydney – dall’Opera House ai suoi scintillanti grattacieli – è un’impressionante monumento moderno a cielo aperto. In questa città vivace e dinamica, potrete tuffarvi in acque cristalline, camminare fra fiori e farfalle nel delizioso giardino botanico regale, fotografare il famoso Harbour Bridge, godervi marsupiali e koala nello zoo di Taronga, visitare musei e strepitose gallerie d’arte e mangiare in alcuni dei migliori ristoranti del mondo. Bondi Beach è una delle spiagge più famose e belle del mondo ed è una tappa obbligata. Meno conosciuta (a noi europei) ma altrettanto bella è Manly Beach. Due spiagge giustamente celebrate, ognuna con la sua magia, entrambe meritevoli di una visita. Camminate da Spit Bridge a Manly tra anfratti di roccia nascosti e uno stupendo panorama o godetevi semplicemente la spiaggia di Manly con la sua sabbia finissima e i suoi bar e ristoranti, arrivando con il traghetto dalla Circular Quay: di notte, poi, la vita notturna è particolarmente frenetica. Se invece volete osservare le evoluzioni dei surfisti, Bondi Beach è il posto giusto: un chilometro di spiaggia affollata per buona parte dell’anno, con i caratteristici baywatch a sorvegliare i bagnanti.

Melbourne

Nota per i suoi caffè e i suoi vicoli, Melbourne è una città che va assolutamente esplorata. Impara a conoscere la Melbourne della gente del posto con un  tour che si snoda attraverso vivaci vicoli e porticati, bar e tetti. Creativa, entusiasmante, multiculturale: tuffatevi in questa città, punto d’incontro di varie influenze da tutto il mondo.

Melbourne è ricca di fascino, cultura, storia e sarà felice di accogliervi. Qui troverete tutto, fuorché la noia. Gran parte del fascino di questa metropoli di quattro milioni di abitanti deriva dai quartieri del centro e dell’area circostante, ognuno dei quali costituisce un vivace microcosmo pieno di sorprese. Dando un’occhiata alla mappa della città, ci si accorge che il centro (Central Business District, CBD) è un reticolo ordinato di strade disposte in linea retta, intorno alle quali passa il City Circle Tram gratuito, in modo che tutto ciò che serve sia facilmente raggiungibile a piedi.

Melbourne è un caleidoscopio di atmosfere e opportunità. Da vedere alcuni dei quartieri più interessanti, come i famosi Laneways, che in passato erano solo l’ingresso posteriore degli edifici sulle strade principali; o il Bourke Street Mall, la zona pedonale più famosa di Melbourne, affollata di negozi; e Chinatown, uno dei quartieri cinesi più antichi del mondo. Proprio a nord del centro si trovano Fitzroy e Carlton, culla della scena creativa di Melbourne, dove sono di casa gli immigranti italiani. South Yarra, Toorak e Prahran sono i principali distretti della moda e ospitano numerosi ristoranti da intenditori. Proseguendo verso South Melbourne e Albert Park, ci si imbatte nei mercati, nei negozi di specialità locali, nelle eleganti boutique e nei gruppi musicali di strada, in un’atmosfera che ricorda l’eleganza del XIX secolo. Le Docklands sono la nuova area portuale di Melbourne e St. Kilda è il frequentatissimo distretto balneare.

Adelaide

Adelaide è definita come “una delle città meglio progettate al mondo”; la città è il risultato tangibile del lavoro del suo primo supervisore, il colonnello William Light. La cui statua di Light domina Montefiore Hill, volgendo lo sguardo verso l’Adelaide Oval. Fondata nel 1836, Adelaide è stata la prima colonia libera di tutta l’Australia e conta ad oggi una popolazione di circa 1.262.000 abitanti.

Come ogni città moderna, Adelaide presenta palazzi e grattacieli; la sua struttura consente, tuttavia, la perfetta convivenza di antichi tesori e stili contemporanei. Una grande attenzione è posta nel mantenersi sempre a “misura d’uomo”.Sin dagli anni Settanta del Novecento Adelaide è divenuta famosa per il buon cibo e l’ottimo vino. L’Adelaide Central Market è probabilmente il più eccezionale mercato di prodotti freschi in Australia. La città è rinomata per i suoi ristoranti; stiamo parlando dei caffè di Gouger Street e dei ristorantini gourmet disseminati in tutti gli angoli cittadini. Lifestyle modaiolo e feste goliardiche completano l’atmosfera respirabile in questa città: glamour e all’avanguardia. Il primo festival in calendario è l’Adelaide Festival of Art, uno dei festival artistici più celebri e importanti al mondo; nei mesi di febbraio e marzo, questo festival e l’Adelaide Fringe accolgono migliaia di visitatori.

Situata sulla costa meridionale dell’isola e affacciata direttamente sull’Oceano Indiano, Adelaide ha un clima tipicamente mediterraneo e particolarmente secco. Nel corso degli anni Adelaide ha sviluppato una sua fortissima identità culturale, tanto che oggi è considerata uno dei principali centri culturali del paese.

Proprio in questa città, infine, si tiene l’Adelaide Film festival, ovvero la rassegna cinematografica più  nota di tutto il continente. Per comprendere meglio le ragioni che hanno portato Adelaide a subire una crescita culturale di tale levatura, dobbiamo tornare agli anni della sua fondazione; Adelaide, infatti, ha una storia totalmente diversa dalle altre città australiane. Mentre la maggior parte delle città fu fondata come colonia penale inglese, Adelaide nacque come centro di uomini liberi; il suo motto “uniti per il bene comune”, dà un’idea precisa dei valori che caratterizzavano e caratterizzano ancora oggi questa città. Mossa da ideali di libertà di pensiero e di multiculturalismo, Adelaide divenne ben presto il punto di riferimento per gli immigrati che volevano tentare fortuna nel continente australiano. La sua popolazione è il risultato di un mix di culture diverse tra loro ma, sostanzialmente, molto ben integrate l’una con l’altra. Con gli anni la città è cresciuta e ha rafforzato le sue principali infrastrutture tanto che il settore terziario è oggi uno dei più fiorenti. Eppure, appena poco fuori l’area metropolitana, si estendono immensi campi coltivati, per la maggior parte destinati al settore vinicolo, motore trainante dell’economia di tutta la regione. Anche lo sport ha un ruolo di spicco in questa città: essa ha ospitato fino al 1999 il Gran Premio di Formula 1. Oggi si tiene a Melbourne, con grande dispiacere di tutti gli abitanti della città. Ogni anno la città ospita il Tour Down Under, la più importante gara internazionale di ciclismo organizzata in Australia.

Raggiungendo la città in aereo atterrerai all’aeroporto di Adelaide, recentemente implementato da un piccolo terminal internazionale. Se non ami l’aereo moltissimi treni e pullman collegano il centro con le principali altre città australiane. Anche i trasporti interni alla città sono stati resi molto efficienti: noterai subito la tipica O-Bahn, un particolare autobus che corre su rotaia. Il city centre ha dimensioni ridotte e la sua popolazione non supera i 20.000 residenti mentre il resto della popolazione vive nell’area metropolitana che si estende intorno al centro cittadino. Nel 1840, per governare la zona, fu istituito il Consiglio Cittadino di Adelaide; questa istituzione, che esiste ancora oggi, è la più antica di tutte le autorità municipali del continente. Il centro commerciale della città è il Central Market intorno al quale troverai una vastissima scelta di caffè e ristoranti con cucine tipiche di tutte le nazioni del mondo.

Da visitare è anche il centro di cultura aborigena di Tandaya, qui potrai scoprire di più su questo popolo e acquistare prodotti tipici di questa cultura. Da non perdere, a circa cinquanta chilometri dalla città, è l’isola dei Canguri; si tratta di un vero e proprio paradiso in cui poter osservare moltissime delle specie animali e vegetali della natura australiana.

Great Ocean Road e i 12 Apostoli

Great Ocean Road: la strada panoramica più affascinante d’Australia. Si snoda per 253 chilometri a sud di Melbourne, in direzione ovest e chi la percorre ha bisogno di tempo per godere delle viste spettacolari che offre e per visitare le piccole località costiere che incontra, andando a scoprire la flora e la fauna locale. Lungo la Great Ocean Road si trovano insolite formazioni rocciose, come i 12 Apostoli, e a Torquay potrete vivere il paradiso dei surfisti, mentre nei ristoranti viene servito pesce appena pescato. Il tragitto lungo la Great Ocean Road è un viaggio alla scoperta della natura, tra la foresta pluviale, le cascate, le felci e le spiagge da sogno quasi deserte. Imperdibile la passeggiata a piedi lungo la Great Ocean Walk. Con un po’ di fortuna potrete avvistare le balene nell’oceano, mentre a terra incontrerete i koala e i canguri nel loro habitat naturale.

I 12 Apostoli sono uno dei soggetti più fotografati di tutta l’Australia. Queste torri di roccia si sollevano per 45 metri di altezza dalla superficie del mare: da osservare soprattutto alla luce del mattino e della sera, mentre le onde si infrangono su di essi. I 12 Apostoli si sono formati tra i 10 e i 20 milioni di anni fa. L’erosione ha separato queste colonne dagli scogli della costa. Il vento e gli agenti atmosferici ne mutano continuamente la forma, quindi non stupitevi se ne conterete soltanto otto: purtroppo gli altri sono già crollati, l’ultimo tre anni fa.

Perth

La città del sole da visitare almeno una volta nella vita. Perth è la capitale della regione del Western Australia. Come tutte le grandi città si trova lungo un fiume, lo Swan River. Questo fiume è unico, meraviglioso, accogliente. Quando lo si guarda da Elisabeth Quay appare come due grandi braccia che ti stringono forte forte, ma senza soffocarti! La prima cosa che colpisce di Perth sono i colori: i colori dei palazzi, dei parchi, del fiume, sono ben definiti, non ci sono sfumature. E l’aria è tersa, limpida, pura. Perth è fra le capitali più estese al mondo. Allo stesso tempo però è poco densamente popolata.  Qui infatti vivono circa due milioni di abitanti (e molti più canguri!), nulla se paragonato a New York con i suoi venticinque milioni di abitanti.

Perth è la città più isolata al mondo infatti le città Australiane più vicine sono a oltre duemila chilometri di distanza. Geograficamente è più vicina alle città dell’Indonesia. Non esiste altra città al mondo così grande che sia anche così lontana. Forse sarà per questo motivo che qui la gente è particolarmente disponibile e sorridente. Sarà anche isolata, ma è anche la città più soleggiata al mondo, con una media annua di 8 ore di sole al giorno. Considerando che ha circa 12.500 chilometri di spiagge, si può capire cosa facciano gli australiani per rilassarsi.

Ci sono tante cose da vedere a Perth, da Elisabeth Quay, al Kings Park, passando per Cottesloe Beach. Il consiglio è passeggiare lungo le sue vie, camminare lungo il corso del fiume e lasciarsi trasportare dai colori che questa città regala ad ogni ora. Uno dei luoghi più rilassanti è il Lake Monger, un laghetto a nord di Perth dove potete avvistare tantissimi cigni neri e altri uccelli acquatici. Fare il giro del lago, vedere i grattacieli di Perth accompagnati dai suoni dei numerosi uccelli che vivono qui è una esperienza indimenticabile. Relax assoluto. Se siete amanti del cioccolato come lo sono io, non perdetevi un giro della Swan Valley. Fra vigneti e case coloniche, troverete non solo assaggi di vini e formaggi, ma soprattutto tanti assaggi di cioccolato. Farete una indigestione alla The Margaret River Chocolate Company o alla Whistler’s Chocolate Company Swan Valley.

Per chi adora gli animali, invece, non c’è nulla di più affascinante che vedere le balene. Da metà giugno a fine agosto le balene di Humpback passano proprio davanti alla costa di Perth. Da Fremantle o da Augusta partono battelli per vedere questi meravigliosi animali. Se potete, non perdete questa opportunità!

Non preoccupatevi se non avete l’auto, ci sono i CAT ovvero Central Area Transit, la rete di bus gratuiti disponibili a Perth, Fremantle e Joondalup. Attraverso le sue linee potete spostarvi da una parte all’altra di Perth, andare sulla costa o arrivare fino a Kalamunda, dove vi aspettano chilometri e chilometri di sentieri.

Condividi:
Last minute Aladino