Emozioni in viaggio

Oceano Indiano

È il più piccolo oceano del Mondo che racchiude tesori di inesplicabile bellezza.

Isole meravigliose disseminate nel palcoscenico delle rotte commerciali tra Asia e Africa racchiudono un panorama di culture, sapori, colori e di esperienze di viaggio e soggiorni in totale relax .

Isola di Zanzibar

Spiagge bianche con sabbia che sembra borotalco, mare cristallino, fondali con coralli e pesci coloratissimi, foreste rigogliose, palme e animali esotici. Zanzibar è oggi uno dei paradisi terrestri più incontaminati al mondo: fa parte della Repubblica Unita della Tanzania, ospita la capitale, Zanzibar City, famosa soprattutto per il quartiere antico di Stone Town e le spiagge delle coste, dove sorgono numerosi villaggi turistici.

Qualche miglio più a sud dell’isola di Zanzibar c’è Mafia Island, ancora sconosciuta al turismo di massa: spiagge bianche, fondali ricchissimi, foreste, colline e paesini di pescatori. A nord, invece, si trova Pemba, detta “l’isola sempreverde” per la sua vegetazione abbondante e per il fatto che è ancora uno dei posti al mondo meno contaminati dall’uomo.  Qui, sono pochi i villaggi turistici e gli spostamenti da un paesino all’altro sono ancora difficili a causa di strade sterrate e tortuose. Il punto di forza dell’isola è il mare e il fondale marino che circonda l’isola, ricco di vita, ma adatto a sub esperti a causa delle forti correnti. Le spiagge rimangono a tutt’oggi deserte e chi ha la fortuna di capitarci ha l’impressione di aver raggiunto il paradiso terrestre.

Seychelles

Le Seychelles sono una delle mete turistiche più ambite dagli amanti del mare e della natura. Questo arcipelago, situato a nord-est del Madagascar nelle azzurre e calde acque dell’Oceano Indiano, è una meraviglia della natura che difficilmente si può dimenticare.

Formato da 115 isole, di cui fanno parte atolli, isole coralline e granitiche, spiagge bianche che tolgono il respiro,  questo arcipelago ha bellezze naturali che gli hanno permesso di entrare a far parte del patrimonio UNESCO. Visitarle senza dubbio è il sogno di tutti,  passeggiare sulla sabbia senza lasciare traccia, conoscere la vibrante e tranquilla società multietnica. Le Seychelles vantano un ecosistema incontaminato con una flora e una fauna uniche al mondo e quasi il 50% del territorio è riserva naturale;sono conosciute anche  per le eccellenti opportunità di praticare immersioni, vela, pesca, golf e vacanze itineranti o di farsi coccolare nelle numerose SPA.

Maldive

Spiagge bianchissime, mare cristallino, pesci e coralli multicolori, ottime strutture ricettive: le Maldive, arcipelago di 1.190 isole bagnate dall’Oceano Indiano, a sud-ovest dello Sri Lanka, sono davvero uno dei paradisi tropicali più ricercati da chi sogna una vacanza di mare, sole e relax. Impossibile dire quale sia l’isola più bella: il paesaggio da sogno si trova un po’ dappertutto. L’arcipelago è  l’emblema della natura primordiale ed incontaminata, l’archetipo del paradiso tropicale.

Isole ricoperte di palme con spiagge bianchissime, lagune turchesi, acque trasparenti di un oceano che sembra un acquario dai colori irreali, esclusivi resort circondati da mangrovie e specie rare di orchidee. E’ un angolo di paradiso, un sogno accessibile a chi desidera vivere per qualche giorno il mito romantico di Robinson Crusoe: un atollo quasi deserto, lontano da tutto, a piedi scalzi, senza auto, strade e rumori, con orizzonti fatti unicamente di cielo e mare che si estendono a perdita d’occhio.

Mauritius

Dio creò Mauritius e poi il Paradiso Terrestre”, scriveva Mark Twain nel 1885.  Mauritius è uno smeraldo scintillante nelle acque turchesi dell’Oceano Indiano che non potrà non affascinarvi. Il contrasto dei colori, delle culture e dei sapori rende l’isola così affascinante da costituire lo scenario ideale per una vacanza indimenticabile. Qui proverete l’esperienza di un lusso mai vissuto prima, un livello di raffinatezza nettamente superiore a quello che può offrivi qualsiasi altra località di vacanza esotica. A Mauritius scoprirete il vero significato di “bellezza” e questa scoperta vi indurrà a tornare più volte a visitarla. L’isola fu chiamata Mauritius in onore del principe olandese Maurice di Nassau. L’immagine di una graziosa e antica casa coloniale, con intorno un trionfo di vegetazione tropicale, di piantagioni di vaniglia e di canna da zucchero, con lagune trasparenti, profumi intensi, colori e sapori squisiti: è quella di Mauritius!  

E’ una meta che riserva sorprese inaspettate. Per esempio, sulle montagne dell’entroterra si incontrano i cervi. Ci si imbatte in splendide cascate, le più famose sono quelle di Chamarel le cui acque si gettano in una piscina naturale da un’altezza di 95 metri. Ci sono colline colorate, le Terres Colorées, morbide ondulazioni delle terre dei sette colori che variano in base all’intensità della luce. Ci sono laghi vulcanici, come il Grand Bassin (Mauritius è un’isola vulcanica). Ci sono piantagioni di tè sulle colline di Bois Chéri, nel Sud dell’isola, di canna da zucchero, ananas ecc.

Condividi:
Last minute Aladino